Non simili ma uguali - 9 di 16

In una università inglese è stato fatto un esperimento. Fingendo un malore una persona si è stesa su un prato, accanto ad una stradina in cui camminavano molti studenti. Sono state contate le persone che si fermavano per chiedergli se stava male. Poi l'esperimento è stato ripetuto con un piccolo cambiamento: siccome nell'università c'erano molti studenti tifosi del Liverpool, alla persona che fingeva il malore è stata fatta indossare una maglietta di questa squadra. Il numero di persone che si fermava è aumentato notevolmente. Matthieu Ricard lo spiega così: l'entità della compassione che proviamo per un'altra persona dipende dalle somiglianze che troviamo tra noi e quella persona.ScrittaTibet001Empatia1

Per uno strano e fortunato meccanismo, tanto più ci auguriamo il benessere delle altre persone, tanto meglio stiamo noi; secondo i Maestri Buddhisti questo si puo' verificare semplicemente osservando la nostra esperienza. Come è stato detto, per un altro strano e fortunato meccanismo tanto piu' vediamo somiglianze con le altre persone, tanto più ci auguriamo il loro benessere. Alla fine basta applicare un po' di logica per dire che tanto piu' vediamo somiglianze con gli altri, tanto piu' siamo felici. Contrariamente a quanto si possa credere, quando auguriamo agli altri tutto il benessere possibile, finiamo per essere felici noi stessi. Secondo i Maestri questi meccanismi biologici dimostrano la fondamentale bontà della nostra natura.ScrittaTibet002Empatia2

Nel corso di uno degli incontri del Mind and Life, una studiosa esponeva come l'ambiente in cui si cresce può influenzare le emozioni delle persone, spiegando le differenze che si manifestavano tra individui cresciuti in famiglie provenienti da paesi diversi. Mentre parlava il Dalai Lama si muoveva nervosamente sulla sedia mormorando: "No, no, no". Non perchè pensasse che quelle parole non fossero vere, ma perchè il Buddhismo sostiene che è meglio soffermarsi sulle affinità tra le persone anzichè sulle diversità. Semplicemente, rivolgendo i propri pensieri alle rassomiglianze è più facile essere felici, c'è uno scopo molto pratico, una questione di opportunità.ScrittaTibet000B

Empatia3

Pagina Precedente Pagina Successiva 

BarraSotto1000

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna